Dove

La Capitale

Chisinau

Capitale della Moldavia, Chisinau è situata al centro della Bessarabia lungo il corso del fiume Bic. Sembra che questa città  fondata nel 1436, sia nata con l'obbiettivo di diventare un centro monastico. Parte del Principato di Moldavia che conobbe la lunga dominazione Ottomana, dal 1812 passò sotto il controllo dell'Impero Zarista fino al 1918,  anno nel quale entrò a far parte del Regno di Romania. Nel 1940 a seguito del patto Molotov-Ribbentrop seguì il destino del territorio Bessarabiano che annesso all'URSS fu trasformato nella  Repubblica socialista sovietica di Moldova di cui Chisinau divenne capitale cambiando il suo nome nel russo  Kishinev. A seguito dei moti indipendentisti,  con l'indipendenza Moldava e il ripristino del moldavo come lingua ufficiale Chisinau tornò ad essere il suo nome.

Con una popolazione censita di  752.000 abitanti, che popolano i suoi 5 distretti Centru, Buiucani, Riscani, Ciocana e Botanica,  Chisinau è una città multietnica in cui convivono diverse etnie slavone confluite in questa città anche a seguito degli eventi storici. Il gruppo etnico più rilevante è quello Moldavo presente per oltre il 50%, seguito dai Russi con una presenza del 25%, gli Ucraini per circa un 15% e da una restante composizione di Turchi, Armeni, Bulgari, Georgiani e Rom.
Economicamente la dominazione Sovietica ha imposto l'industrializzazione di un territorio tradizionalmente rurale;  oggi è la sede principale per le industrie e i servizi e con una forte politica di privatizzazione tenta il proprio lancio economico. La città è il centro vitale anche dal punto di vista sociale e culturale, qui ha sede l'istruzione universitaria con 36 facoltà attive e  l'Accademia delle scienze di Moldova. 
Nel visitare Chisinau, si ha modo di apprezzare le testimonianze artistiche del periodo zarista, le più numerose, che lasciano una traccia importante nell'architettura della città e nei monumenti eretti; preziosi anche i contributi del periodo sovietico. In una delle città più verdi d' Europa il luogo di incontro principale non poteva non essere in prossimità del parco cittadino dedicato a Stefan cel Mare, celebrato come l'eroe della lotta per la liberazione dall'egemonia Ottomana. La statua del principe e Santo si erge proprio all'ingresso del parco e dal 1991 sostituisce quella di Lenin che si trovava al suo posto. Il parco ospita al suo interno fontane e statue che ritraggono scrittori e poeti rumeni e russi. Attraversato il parco si raggiunge Il teatro dell'Opera e del balletto un bell'esempio dell'architettura sovietica.

A poca distanza è possibile ammirare il Palazzo Presidenziale comunemente chiamato dagli abitanti il 'Palazzo di vetro'. Particolarmente suggestiva è poi  la Piazza delle grandi adunate Nazionali, che fino agli inizi degli anni 90 ha ospitato le parate militari e discorsi dei leader comunisti. Sulla piazza si trova l'imponente Palazzo del governo Moldavo e difronte l'Arco di Trionfo realizzato nel 1840 dall'architetto  I. Zauschevici per celebrare e ricordare la battaglia che portò la liberazione dai turchi con il trionfo delle milizie zariste.  Dietro all'Arco di Trionfo la Cattedrale ortodossa della Nascita di Nostro Signore, realizzata su progetto dell'Architetto Abraam Melnicov terminata nel 1836 ma più volte nel corso degli anni danneggiata dai conflitti che hanno sconvolto la città; l'aspetto attuale è frutto della ristrutturazione del 1996. La Cattedrale è incorniciata dal parco che normalmente nelle ricorrenze religiose e di Stato ospita il colorato mercatino dell'artigianato locale. A poca distanza si trova il principale mercato dei fiori all'aperto, un susseguirsi di banchi che per oltre 200 metri inondano di colore e profumo le strade 24 ore su 24. Da ammirare il Palazzo del Municipio realizzato nel 1902 dagli architetti Elladi e Bernardazzi in stile gotico veneziano e ancora la Sala dell'Organo, un edificio in stile Romanico, realizzato negli anni 20 e rimasto incredibilmente integro dopo i bombardamenti della seconda guerra mondiale; ospita un prezioso organo con 3000 tube. Luogo ideale dove trovare ed acquistare oggetti particolari magari un ricordo del vostro viaggio a Chisinau è il 'Vernisaj', il mercatino d'arte e artigianato più importante e caratteristico della città. Per continuare a fare acquisti poi irrinunciabili sono i magazzini UNIC realizzati in epoca sovietica sono ancora oggi lo spazio commerciale più grande dell'intera Moldavia; ed infine l'imponente colonna del  Monumento ai Lottatori e Liberatori come tributo all'impresa del 1944 durante la quale l'armata Rossa liberò la Moldavia dall'occupazione nazi-fascista.

Offerte Hotel